Mese: giugno 2014

Abano Terme e Montegrotto Terme. Offerte speciali per i nostri lettori!

Foto dal Web

Foto dal Web

Abano Teme e Montegrotto Terme mete turistiche non solo per gli amanti del relax in un territorio tutto da scoprire, ad un passo da città d’arte come Venezia, Padova e Vicenza. Abano Terme e Montegrotto Terme sono considerati i centri termali più importanti d’Europa, Abano, deriva dal greco “a ponos” e significa che toglie il dolore, un concetto che rende l’idea dell”efficacia delle proprietà delle acque del comprensorio per combattere la sindrome del dolore.

Abano e Montegrotto Terme, offrono un ampia scelta di strutture che garantiscono prestazioni rilassanti abbinate a cure di diverse patologie tra le quali analgesiche, allergiche e dermatologiche, ma si prestano anche un turismo culturale, infatti nei pressi delle cittadine venete vi sono siti molto interessanti. Il Museo Internazionale della Maschera contiene collezioni di maschere di varie epoche.

A Monteortone sorge il Santuario della Beata Vergine della Salute meta di pellegrinaggi, all’interno della struttura affreschi di Jacopo da Montagnana ed un grandioso organo Tamburini tra i più grandi della regione. In località Feriole si trova Villa Cittadella- Vidogarzere nota per aver ospitato Ugo Foscolo all’epoca in cui scrisse “Le ultime lettere di Jacopo Ortis”.

Nel borgo di Arquà Francesco Petrarca scelse di abitare gli ultimi anni della sua vita, diverse le testimonianze a ricordo , tra cui la Tomba in marmo rosso di Verona ,situata nell’omonima piazza che raccoglie le spoglie del poeta. Nel piccolo borgo veneto troviamo anche la Fontana del Petrarca, Villa Rova ,la galleria d’arte Villa Strozzi , l’Ospedale della Madonna, la Villa Contarini , la Villa Alessi e la Casa del Petrarca. A Teolo, l’Abbazia di Praglia tra le più importanti realtà religiose e monumentali del territorio, all’interno della struttura, da visitare la chiesa del XII secolo , l’antica biblioteca con oltre centomila volumi, il Chiostro Botanico e il Refettorio.

A Battaglia Terme si trova il bellissimo castello di Cataiò ricco di opere d’arte e misterioso perchè si dice abitato da un fantasma vestito di azzurro. Nei pressi di Monselice interessante visita al Castello Cini un insieme di strutture di epoche diverse con collezioni di armi, armature e mobili originali. Continua

A Bardonecchia cercano volontari per il ritiro della Sampdoria

Logo SampdoriaIn occasione del Ritiro Sampdoria che si svolgerà a Bardonecchia dal 13 al 27 Luglio 2014 l’Associazione BGE, in qualità di Ente Organizzatore dell’evento, ricerca volontari disponibili a coadiuvare le operazioni quotidiane di svolgimento della manifestazione. Età minima richiesta ai candidati anni 16.

Lo Staff Volontari verrà composto da un massimo di 15 persone, definite dal Responsabile Organizzazione Bge : verrà data precedenza a chi offre disponibilità per l’intero periodo (15 gg) o per una settimana intera ( prima settimana domenica 13 – domenica 20, seconda settimana domenica 20 – domenica 27 ) e a coloro che hanno già collaborato nelle precedenti edizioni. Continua

Concerto all’alba di Cisco Bellotti in malga a Livigno

Cisco

Cisco

Immaginiamo una notte d’estate, di quelle in cui si vedono le lucciole. Sono le tre del mattino, fa freddo e l’abitudine alla comodità ci spingerebbe dentro a un letto caldo. Invece no. Dobbiamo uscire, vogliamo uscire: c’è un appuntamento con la natura, una camminata di gruppo nel cuore della notte attraverso il bosco che dorme, nel buio quello vero. Si parte dal centro di Livigno, una Guida alpina ci accompagna per un’ora e mezza fino al Rifugio Le Mine, dove arriviamo alle cinque, prima del sorgere del sole. Facciamo colazione tutti insieme. Poi usciamo a respirare la prima aria del mattino, la rugiada a bagnarci le scarpe, le nuvole che si tingono di rosa.

A dare il benvenuto al sole di quel mattino, di cui dimenticheremo la data ma ricorderemo l’emozione, è il concerto in acustica con il chitarrista Guido Foddis e il trombettista Simone Copellini ad accompagnare il grande Stefano Cisco Bellotti, ex voce storica dei Modena City Ramblers e solista dal 2005. Che quando gli abbiamo chiesto di venire a cantare all’alba tra le vette ci ha risposto: “E’ una cosa talmente assurda e strana che non vedo perché no”. Continua

Molveno, una perla nelle dolomiti del Brenta

Panoramica di Molveno

Panoramica di Molveno

Molveno una perla nelle dolomiti del Brenta o come scrisse Antonio Fogazzaro: “preziosa perla in piu superbo scrigno”. Nell’Altopiano della Paganella, affacciato sulle dolomiti del Brenta, si trova lo splendido paese di Molveno, dieci ettari di prati verdi distesi sulle rive del lago .La storia della località per quanto riguarda l’aspetto turistico parte del 1900 con la nascita dei primi hotel: l’Aquila Nera e il Grand Hotel Molveno, costruito su idea della Sat che voleva offrire una possibilita di soggiorno a tutti gli alpinisti ed escursionisti che iniziavano a conoscere e voler scoprire il Gruppo di Brenta, nelle Dolomiti. All’inizio del secolo grazie alla bellezza del paese, al suo lago e alle maestose Dolomiti Molveno divenne meta turistica di fama europea e pote annoverare tra i suoi ospiti anche Freud, Marconi, Nobile, il Re del Belgio e Chamberlain primo ministro inglese.

Premiato negli ultimi 5 anni da Legambiente con le 5 Vele Blu e risultato nel 2014 al primo posto nella classifica dei laghi piu belli d’Italia, il lago di Molveno, con i suoi 123 metri di profondità è il lago più profondo del Trentino appartenente al suo territorio e il lago naturale più esteso d’Italia se consideriamo un altitudine sopra gli 800 metri s.l.m. Continua

Calabria, Costa degli Dei

Foto dal web

Foto dal web

Sovrastata dall’Altopiano del Monte Poro, che termina a strapiombo sul mare,con bellissime spiagge di sabbia bianca , scogliere granitiche e innumerevoli tesori conservati , si trova la splendida terra denominata “Costa degli Dei”. Costa degli Dei nella provincia di Vibo Valentia, è formata da otto comuni conservanti ognuno particolari diversi che la rendono tra le più belle e ricercate zone turistiche della nostra penisola. Pizzo Calabro , al centro del golfo di Sant’Eufemia, è adagiato su uno scoglio a strapiombo sul mare , la località oltre che per le sue bellissime spiagge, è nota anche per la qualità del suo gelato: è famosa la lavorazione del tartufo di Pizzo. La cittadina calabrese è conosciuta anche per le leggende che narrano il passaggio nel paese di Ulisse e le visite di Dumas e Cicerone. Da vedere è il castello Murat eretto da Ferdinando D’Aragona nella seconda metà del XV secolo. Secondo la leggenda qui fu giustiziato il Re di Napoli Gioacchino Murat. Continua

Dal 27 al 29 giugno Outdoor Festival a Campitello di Fassa

outddoorfestivalIn collaborazione con Meridiani Montagne, dal 27 al 29 giugno a Campitello, in programma più di dieci discipline sportive da provare all’aria aperta e due gare: le finali di Coppa Italia d’arrampicata sportiva e il Vertical Rodella. Trekking in quota e vie ferrate, trail running, tour in mountain bike (per adulti e bambini), parapendio (voli in tandem), arrampicata sportiva e in falesia ma anche yoga, percorsi sensoriali a piedi nudi, nordic walking, slackline, equitazione, golf e per i piccoli divertenti percorsi tra gli alberi nel parco avventura. L’abbuffata di sport è servita all’Outdoor Festival, dal 27 al 29 giugno a Campitello, nel centro Ischia che per bellezze paesaggistiche, spazi e strutture ha conquistato direzione ed esperti della rivista Meridiani Montagne, come hanno dichiarato Marco Albino Ferrari, Lorenzo Scandroglio e Mirco Robaldo il 28 aprile alla presentazione della manifestazione nell’importante vetrina del Trento Film Festival della Montagna. Il noto magazine che si occupa di vette e di tutti i temi loro correlate è infatti il principale promotore del festival in collaborazione con i locali professionisti di Fassa Outdoor, l’Apt della Val di Fassa, il Comune di Campitello, Trentino Sviluppo, e con il supporto della radio NBC Rete Regione e i quotidiani Trentino e Alto Adige. Continua

Orvieto, la città del Corpus Domini

Foto dal web

Foto dal web

Orvieto è la città dove arte cultura e bellezza si fondono: dai sotterranei fino alle guglie del Duomo – in una spinta che parte dal basso e va verso l’alto – con La Città del Corpus Domini inizia un viaggio musicale, teatrale, cinematografico ma anche spirituale in diverse tappe.

Dopo il positivo riscontro della scorsa edizione – svoltasi in occasione del Giubileo Straordinario 2013/2014 e per il 750° anniversario del Miracolo Eucaristico di Bolsena (1263) e della bolla Transiturus de hoc mundo di Papa Urbano IV (1264) che istituì e promulgò da Orvieto la solennità del Corpus Domini – la manifestazione LA CITTA’ DEL CORPUS DOMINI (13 – 14 – 15 giugno) si arricchisce di nuovi appuntamenti dedicati alla spiritualità, in una cornice unica e fortemente suggestiva che ci riporta alla fastosità delle grandi feste medievali.

L’evento, che si rinnova per condividere con la Città e la comunità cattolica internazionale un momento importante di raccoglimento e d’incontro intorno al mistero del Corpus Domini, prevede momenti di spettacolo e di riflessione spirituale, tra cui due grandi appuntamenti che sabato 14 giugno si svolgeranno nella splendida cornice di Piazza del Duomo: la FESTA MEDIEVALE con la Partita a Scacchi a Personaggi Viventi in costume d’epoca tra la Città di Orvieto e la Città di Marostica – a cui partecipano le rappresentanze del Corteo Storico di Orvieto, del Corteo Storico di Marostica e degli Sbandieratori dei Borghi e Sestieri Fiorentini – e la rappresentazione, sul sagrato del Duomo, del DRAMMA SACRO Miracolo de lo Sacro Corporale, libero riadattamento di un testo del XIV secolo: uno spettacolo suggestivo e di grande impatto, con alcuni dei più importanti protagonisti della scena teatrale italiana. Una rappresentazione fortemente evocativa, anche grazie a moderne tecnologie visuali ed acustiche. Continua

Il Centenario della Grande Guerra: itinerari, musei e eventi

Foto dal web

Foto dal web

Ricorre il centenario della “Grande Guerra”. Nel Museo della Guerra di Rovereto si ripercorre la storia della Grande Guerra con, tra le altre cose, documenti tratti da articoli di giornali originali dell’epoca, fotografie, armi, testimonianze scritte di soldati e un grafico significativo con il numero dei morti avuti da ogni nazione coinvolta nel conflitto. Sempre a Rovereto si trova la “Campana dei Caduti”, una grossa campana in bronzo, voluta dal sacerdote don Antonio Rossaro, concepita come simbolo di condanna al conflitto. Nella struttura interna si trovano dei fascicoli dove ,ponendo la propria firma, si adottano simbolicamente uno tra i tanti soldati morti nel grande conflitto.

Proseguendo da Rovereto, dopo circa 20 km, si arriva a Lavarone dove si trova il Forte Belvedere, una grande fortezza scavata nella roccia che ospitava alloggiamenti, servizi logistici e magazzini. Continua

L’Infiorata a Città della Pieve – sconti per i lettori di Turismo Che Passione

Foto dal web

Foto dal web

Tradizionale appuntamento con l’Infiorata a Città della Pieve la terra che ha dato i natali ad uno dei più grandi pittori italiani Pietro Vannucci meglio conosciuto come “Il Perugino”. Uno degli appuntamenti di maggior rilievo per la cittadina umbra, organizzato dai contradaioli del Terziere Casalino in omaggio al loro patrono San Luigi Gonzaga.

Quest’anno l’evento floreale, che segna l’inizio delle manifestazioni estive a Città della Pieve, sarà dedicato alla Cattedrale dei Santi Gervasio e Protasio in occasione della recente riapertura al culto dopo i lavori di restauro durati sei anni. L’epilogo della manifestazione, che aprirà i battenti giovedì 12 giugno, sarà , contornato da musica e spettacoli ,la notte tra sabato 21 e domenica 22 giugno . Continua

Facebook

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni clicca

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi