Privacy Policy

Il Turismo non corre a sufficienza e l’Italia soffre

Il 2016 ha visto viaggiare nel mondo oltre un miliardo di turisti con un incremento oltre il  4% rispetto all’anno precedente, l’Italia si conferma al quinto posto della graduatoria mondiale, sotto le aspettative, e solo al settimo posto per quanto concerne i ricavi. Ma quali sono i motivi di questo insuccesso parziale? Sul banco degli imputati, secondo diverse associazioni, sembra essere la questione digitale meno efficace dei paesi concorrenti, ma pensiamo che le cause vadano ricercate anche altrove. Sicuramente la “scarsa” promozione on line  ha un suo rilievo altrimenti non si spiegherebbe come siti culturali come il Museo Egizio, o la Reggia di Caserta per fare qualche esempio, siano meno attrattivi a livelli di numeri della Torre Eiffel o del Prado di Madrid. L’Italia, nessun dubbio, ha un patrimonio turistico di livello mondiale, ma qualcosa non funziona a livello di organizzazione e spesso la male organizzazione va ricercata partendo dal basso. Se da una parte la tendenza erronea dei vari Ministri è quella di esaltare solamente realtà come Roma, Torino o Firenze che si reggono in piedi da sole per quanto concerne il turismo, dall’altra le amministrazioni locali fanno troppo poco per “farsi conoscere”. L’Italia è apprezzata in tutto il mondo in primis per due cose, che non hanno a che fare o solo in parte con il turismo, la bellezza delle donne ed il cibo, e questo dato lo confermano le varie interviste rilasciate da attori, cantanti, sportivi che frequentano il nostro paese. Un turista americano, cinese, spagnolo, non saprà descrivere nel tempo di come è fatta la Reggia di Venaria il  Castello Miramare di Trieste, l’Arena di Verona ma non dimenticherà la bontà dei cannoli Siciliani, del lardo di Colonnata, del vino di Montepulciano, della  polenta alla Valdostana, della focaccia di Recco , dello strudel altoatesino. dei Vincisgrassi di Macerata o del Limoncello di Sorrento.

Categorie: Case Musei, città, Cucina, Luoghi, Musei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni clicca

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi