Privacy Policy

Scopriamo la casa di Garibaldi a Caprera

Giuseppe GaribaldiDi Garibaldi sappiamo molte cose, abbiamo letto, studiato le sue imprese forse però non sappiamo che il generale aveva un senso spiccato per le cose belle, non servono parole per spiegarlo basta recarsi nell’isola di Caprera, dove ha vissuto per oltre 25 anni ,per capirlo.

Da Palau si prende il traghetto per l’Isola della Maddalena, il tragitto è breve non oltre 20 minuti. Dall’isola della Maddalena, in auto attraverso un ponte ,si arriva a Caprera e quindi nella residenza dove ha vissuto il generale Garibaldi, contornati da un panorama stupendo. Nel Compendio Garibaldino troveremo la casa bianca composta da sette stanze dove abitava la famiglia di Garibaldi nella quale si possono ammirare libri , due pianoforti, un organetto, una pianola, un mantello bianco, una camicia rossa, un ponche sudamericano, alcuni dipinti, strumenti nautici, un binocolo in oro e avorio e altre testimonianze dell’epoca. Nell’atrio sono conservate diverse armi di Garibaldi tra le quali spade e fucili. All’esterno si trovano il cimitero della famiglia , le barche del generale, il frantoio, la stalla dove l’eroe dei mille sellava i cavalli e un pino intitolato alla figlia Clelia.

Continua

Come visitare i luoghi di Pietro Micca, il minatore eroe

L’assedio del 1706 da parte delle truppe francesi nel capoluogo piemontese riveste una grande importanza, sia per Torino che per la stessa unità d’Italia. Tra i minatori chiamati alla difesa di Torino vi era un certo Pietro Micca 29 anni, arruolato appunto perchè ,essendo minatore ,era adatto alla difesa delle gallerie sotterranee della città. Nella

Continua

Consigli per visitare la Toscana

(foto dal web)

(foto dal web)

La Toscana è una delle regioni più vistate d’Italia con turisti che arrivano da ogni parte del mondo.

Grosseto: mare cristallino in una provincia che ha la fortuna di avere luoghi incantati come l’Isola Del Giglio, l’Isola di Giannutri, il golfo di Follonica e il Monte Argentario dal quale, Porto Santo Stefano, si accede all’isola del Giglio. Arrivando sul Monte Amiata ci si trova sotto di noi l’intera Maremma. La campagna e le colline maremmane sono aperte ad un turismo di relax a contatto con la natura e gli animali nei molti agriturismi della zona. Per gli amanti delle terme consigliamo quelle di Saturnia tra le più rinomate della regione con due soluzioni, in hotel con varie piscine termali e cure di fanghi oppure in un borgo vicino nelle Cascate del Mulino di Saturnia dove si trovano una serie di vasche calcaree naturali alimentate dal torrente termale Gorello, nelle quali anche inverno ci si può immergere vista l’alta temperatura dell’acqua ricca di zolfo.

Continua

Consigli per visitare Napoli e dintorni, la penisola Sorrentina e il Cilento

Foto dal web

Foto dal web

Per chi ama viaggiare è impensabile non visitare almeno una volta quei luoghi magici. La penisola sorrentina e il Cilento immersi in un mare stupendo alternato a montagne valli profonde e piante di agrumi che danno colore all’ambiente; vari paesi da Sorrento ad Amalfi a Ravello con tutti i comfort per una vacanza rilassante, sportiva e culturale. Ad Amalfi da non perdere la Grotta dello Smeraldo e il Duomo del paesino. A Ravello d’obbligo la visita alle ville di Rufolo e Cimbrone che offrono un panorama bellissimo. Paestum è un paese a circa 50 km da Salerno con i suoi scavi archeologici e museo con i templi di Nettuno e Cerere e la tomba del Tuffatore è uno dei siti archeologici più famosi al mondo.

Napoli , capoluogo della Campania è una delle città culturalmente più importanti della nostra penisola per quanto concerne la cultura, molte le opere da vedere da Palazzo Reale al Museo di Capodimonte, all’archivio storico del teatro San Carlo, al Museo di Etno Preistoria per citarne alcuni. Napoli è una città da vivere non finisce mai di stupire per visitarla tutta non basta una settimana, ma vale la pena di spenderci del tempo. Vicino a Napoli gli scavi di Pompei un sito archeologico di notevole importanza da non perdere assolutamente. A circa 20 km la città antica di Ercolano con le sue ville , i suoi edifici, completamente distrutta assieme a Pompei dall’eruzione del Vesuvio del 79.

Continua

Consigli per visitare la Lombardia

Foto da web

Foto da web

La Lombardia terra con un turismo a 360 gradi , dalle montagne ai laghi alla cultura. Partendo da sud della regione troviamo Mantova che si raggiunge uscendo al casello autostradale di Parma anche attraverso una strada provinciale denominata Sabbioneta ,se pensiamo a questo percorso attenzione particolare al limite dei 50 km orari con gli autovelox posti nei vari paesini attraversati. Mantova è stata patria dei Gonzaga una delle famiglie principesche più note di Europa che ha lasciato in eredità alla città un patrimonio artistico importante. Tra le cose da vedere il Palazzo Ducale, il Palazzo Te, la Basilica di Sant’Andrea, il Museo Diocesano.

Da Mantova si prosegue per Brescia attraverso l’autostrada del Brennero fino a Verona per poi continuare sulla A4 Milano Venezia o in alternativa dalla strada provinciale denominata Mantovana. Entrati nella provincia di Brescia si arriva sul Lago di Garda dove visiteremo la bellissima Sirmione famosa per le sue acque termali, e a proposito ci sono alcuni centri termali dove vale la pena di perderci almeno una mezza giornata. Oltre la passeggiata , a Sirmione vedremo la Rocca Scaligera, le Grotte di Catullo, e le chiese di Santa Maggiore e San Pietro in Mavino.

Continua

Consigli per visitare il Veneto

(foto da web)

(foto da web)

Il Veneto è una regione tra le più frequentate, montagne, laghi, città d’arte, stazioni termali, mare , non manca nulla.

Cortina D’Ampezzo in provincia di Belluno considerata la Regina delle Dolomiti è una delle destinazioni turistiche più rinomate al mondo non solo per la bellezza incomparabile del luogo in estate, ma anche per l’organizzazione nel periodo invernale. Il paese è anche vivibile dal punto di vista di negozi, ristoranti, locali notturni e impianti sportivi. Ma le montagne bellunesi non sono solo Cortina, per esempio Auronzo di Cadore e Misurina attorniate dalle famose Tre Cime di Lavaredo offrono un ottimo turismo estivo e invernale, da non perdere il lago di Misurina, il Museo storico di Monte Piana. Ad Alleghe è molto interessante il percorso che ripercorre i luoghi della Grande Guerra, si possono osservare trincee, forti ai piedi della Marmolada.

A Sappada è assicurato il divertimento per i piccini e non solo che il grande parco Nevelandia con divertenti percorsi per bob, slittini, motoslitte; giostre gonfiabili ,pista di pattinaggio circuiti per quad e mini quad, trenino.

Verona. La provincia di Verona offre molto a livello turistico, nella città oltre alla famosa Arena , si può vedere il Palazzo Della Gran Guardia, il Museo Lapidario Maffeiano, Palazzo Barbieri, Palazzo Fontana di Madonna Verona, il Ponte Scaligero, Arsenale Austriaco, Statua di Dante Alighieri, Cimitero dei Tedeschi, Basiliche di San Zeno e Sant’Anastasio, Duomo.

Continua

Consigli per visitare la Valle d’Aosta

(foto da web)

(foto da web)

La Valle d’Aosta, regione turistica per tutte le stagioni con un turismo per tutti i gusti, anche i più esigenti. Panorama stupendo nel periodo estivo immersi nelle montagne più alte d’Europa, paradiso per gli sciatori d’inverno con comprensori sciistici di prima qualità. Non manca neppure il lato culturale visto il patrimonio storico di cui può vantare la Valle d’Aosta forte anche dei suoi numerosi castelli. Point Saint Martin apre le porte della valle con le sue testimonianze storiche, il Ponte romano sulla strada della valle con un poggiato sulla roccia con un apertura di oltre 30 metri. Proseguendo per la strada della valle si arriva a Bard , paesino famoso per la sua fortezza che consigliamo di visitare assolutamente. Nella fortezza vengono ospitate diverse mostre, ci si arriva parcheggiando la macchina ad alcune centinaia di metri, è in funzione solitamente la navetta che vi porta all’entrata. Per accedere alle sale superiori è in funzione un comodo ascensore. Grazioso anche il borgo che potrete visitare scendendo dal castello. Proseguendo il cammino si arriva alla valle di Gressoney, con i due centri principali di Gressoney Saint Jean e Gressoney La Trinitè. La valle, ai piedi del Monte Rosa, si presta maggiormente ad un turismo invernale con un comprensorio sciistico molto valido, possibilità di passeggiate anche nel periodo estivo. Da visitare il castello dei Savoia, carino anche il laghetto situato quasi ai piedi del castello con diversi ponticelli e attrazioni per i più piccoli. La seconda valle che incontriamo è quella d’Aias per la quale vale il discorso di quella precedente, da visitare a Verres l’omonimo castello.

Continua

Consigli per visitare il Trentino – Alto Adige

(foto da web)

(foto da web)

Il Trentino Alto Adige offre un turismo estivo e invernale di ottima qualità, un comprensorio sciistico molto vasto e organizzato con centinaia chilometri di pista e, paesaggi stupendi nella stagione estiva dove si possono ammirare laghi, cascate e montagne bellissime dove è possibile fare diverse escursioni anche ad alta quota. La regione propone molte attrattive anche a livello culturale con diversi castelli musei , monumenti e stazioni termali tra le più importanti di Europa.

Riva del Garda posta a sud della regione è l’ultimo paese a nord del Lago di Garda, è una stazione turistica molto bella dove vengono praticati molti sport come il windsurf , la vela, mountain bike, arrampicate. Molto bello il centro storico con Palazzo pretorio risalente al 1300, il Museo Civico e la Rocchetta in posizione dominante sulla città dove nel quindicesimo secolo i veneziani costruirono il Bastione un edifico recentemente ristrutturato. Il paese offre diverse spiagge e poco distante il Lago di Tenno, laghetto molto grazioso con al centro una piccola isoletta alberata. Sempre a sud si trova Rovereto seconda città del Trentino per ampiezza.

Rovereto offre moltissimo dal punto di vista culturale. Museo della guerra che conserva importanti testimonianze della prima guerra mondiale con carri armati, cannoni, mitragliatrici, testimonianze scritte di soldati; assolutamente da non perdere. La Campana dei caduti voluta dal sacerdote di Rovereto don Antonio Rossaro alla fine della guerra mondiale a ricordo dei caduti. La struttura posta sul colle Miravalle ospita una grande campana in bronzo dove ogni sera suona cento rintocchi ad ammonire la vita e la pace. Nelle sale interne sono posti diversi libri con i nomi dei soldati caduti in guerra e firmando e possibile adottare simbolicamente uno di questi.

Museo Mart con oltre 30000 opere tra incisioni, dipinti e sculture. Castel Beseno il più vasto complesso fortificato del Trentino teatro di famose battaglie per la sua posizione dominante sulla valle dell’Adige. Molto interessante anche per i più piccoli con la possibilità di indossare armature e toccare armi della grande guerra. L’Altipiano della Folgaria con le tre frazioni più importanti, Folgaria, Lavarone e Luserna, molto interessante dal punto di vista storico con le testimonianze della grande guerra con il Forte Belvedere situato a Lavarone. Sempre a Lavarone molto carino il lago che prende nome dall’omonimo paese dove di fronte si può vedere la casetta dove soggiornava Sigmund Freud. Sopra Folgaria in località Passo Coe interessante giardino botanico. Una curiosità particolare apprezzati i prodotti caseari dell’Altipiano. Scendendo dall’Altipiano verso Trento si arriva  nella Valsugana con il  lago di Caldonazzo ,   dove si pratica pesca ed è spesso oggetto di gare sportive tipo canottaggio, ed il lago di Levico , entrambi si distinguono per essere tra i più caldi del  Sud Europa . Sempre in Valsugana troviamo testimonianze della Grande Guerra con i Forti di Belvedere, Tenna, Del Pizzo per citarne solo alcuni. Sempre nelle vicinanze si trova la Val di Cembra con le famose Piramidi di Segonzano, un capolavoro della natura con colonne di terra sovrastate da massi che ricordano appunto le piramidi egizie. A Molina di Ledro troviamo l’interessante Museo delle Palafitte risalenti all’età del bronzo, all’interno del museo oggetti di vita quotidiana risalenti a 4000 anni fa.  Proseguendo si arriva a Trento capoluogo del Trentino. Città ricca di monumenti e testimonianze storiche da non perdere, tra le molte altre cose, il Castello del Buonconsiglio dove ogni periodo sono allestite diverse mostre, il Museo di Scienze naturali, il Palazzo Roccabruna, il Mausoleo di Cesare Battisti, il Palazzo delle Albere villa fortezza del XVI costruita dai principi vescovi Madruzzo , il Duomo, il centro storico e i famosi mercatini di natale.

Continua
1 16 17 18
Facebook

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni clicca

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi